Infiammazione Cronica: La Causa Nascosta Dietro Molte Malattie.

La stragrande maggioranza delle malattie moderne è causata o influenzata da una qualche forma di infiammazione nascosta, ma cosa è la famosa infiammazione?

C’è un tipo di infiammazione che è normale e necessaria, che funziona come risposta del sistema immunitario a traumi e infezioni. Per esempio, quando ci si taglia un dito, il corpo avvia naturalmente un processo infiammatorio che si manifesta fisicamente con arrossamento, gonfiore e dolore, e dovrebbe terminare una volta che la ferita o la lesione guarisce.

Tuttavia, quando l’infiammazione si protrae più a lungo del necessario o si scatena in assenza di una minaccia, può causare danni a diversi organi e tessuti del corpo e favorire l’invecchiamento precoce. Questo fenomeno è noto come infiammazione cronica.

Alcune delle malattie legate all’infiammazione cronica sono:

  • Diabete
  • Malattie cardiovascolari
  • Artrite
  • Asma
  • Demenza
  • EPOC
  • Autismo
  • Colite ulcerosa
  • Malattie autoimmuni

Il problema dell’infiammazione è che può danneggiare silenziosamente i nostri tessuti e organi, anche quando ci sentiamo e sembriamo molto sani. L’infiammazione cronica può durare anni prima che compaiano i primi sintomi di alcune delle malattie sopra citate.

Scopri anche:

Fattori di rischio per l’infiammazione cronica

Alcuni fattori che aumentano il rischio di infiammazione cronica sono:

  • Alti livelli di stress
  • Disturbi del sonno o sonno insufficiente
  • Dieta ricca di zuccheri e farine raffinate
  • Dieta ricca di grassi nocivi
  • Dieta povera di verdure (fitonutrienti, antiossidanti…)
  • Squilibri intestinali
  • Smoking
  • Esposizione ricorrente a tossine, ad esempio il fumo passivo
  • Sedentarismo
  • Obesità

l’aumento dell’età è anche associato a livelli elevati di diverse molecole infiammatorie, che sembrano essere dovute a fattori quali la disfunzione mitocondriale, l’accumulo di radicali liberi e l’aumento del grasso viscerale.

Come si rileva l’infiammazione cronica?

Attraverso un esame del sangue, il medico può misurare i livelli di CRP (Proteina C-Reattiva), una proteina prodotta dal fegato che aumenta in risposta all’infiammazione.

Questo test viene utilizzato proprio per individuare o seguire le malattie legate all’infiammazione, ma i risultati di questo esame non indicano la causa dell’infiammazione, per cui il medico potrebbe richiedere ulteriori esami.

È possibile prevenire l’infiammazione cronica?

Scienziati e ricercatori continuano a studiare l’infiammazione cronica, le sue cause e la sua relazione con diverse malattie, ma la migliore forma di prevenzione consiste nell’agire con precisione sui fattori di rischio che è possibile controllare.

Si raccomanda di:

  • Seguire una dieta anti-infiammatoria
  • Praticare regolarmente attività fisica
  • Mantenere un peso sano
  • Evitare il fumo
  • Prestare attenzione alla qualità e alla quantità del sonno
  • Gestire lo stress

Referenze:

  • Liu, Y. Z., Wang, Y. X., & Jiang, C. L. (2017). Inflammation: The Common Pathway of Stress-Related Diseases. Frontiers in human neuroscience, 11, 316. https://doi.org/10.3389/fnhum.2017.00316
  • Pahwa R, Goyal A, Bansal P, et al. Chronic Inflammation. [Aggiornato al 2020 Mar 2]. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2020 Jan-. Disponibile da: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK493173
  • Mullington, J. M., Simpson, N. S., Meier-Ewert, H. K., & Haack, M. (2010). Perdita di sonno e infiammazione. Best practice & research. Clinical endocrinology & metabolism, 24(5), 775-784. https://doi.org/10.1016/j.beem.2010.08.014